Δευτέρα, 6 Νοεμβρίου 2017

Salonicco svela la lista dei film in corsa

SALONICCO 2017

Αποτέλεσμα εικόνας για Dolphin Man di Lefteris Charitos

La 58a edizione della manifestazione greca include una competizione internazionale a tema, un focus sulla Grecia e il lancio della sua prima competizione VR.

25/10/2017

Incentrato sul concetto di “La prima radice” di Simone Veil, il 58° Festival internazionale del film di Salonicco (TIFF) ha svelato la lista completa dei suoi film. I 14 lungometraggi che tenteranno di aggiudicarsi il Golden Alexander seguono l’idea alla base del libro della filosofa francese, che si concentra sui concetti di sradicamento e ricostruzione delle radici. La 58a edizione si svolgerà dal 2 al 12 novembre.
  
I film selezionati sono realizzati da voci nuove provenienti da tutto il mondo. Si tratta di film d’esordio o, al massimo, di opere seconde.

Le coproduzioni europee hanno un peso notevole, sono dieci quelle in gara, tre delle quali, in quanto greche, mirano a catturare il pubblico locale. Due sono alla loro prima mondiale. Tra le produzioni scelte ci sono il film d’esordio di Gilles Coulier, Cargo [+] (Belgio, Paesi Bassi, Francia), il vincitore del Tribeca Son of Sofia [+] di Elina Psykou (Grecia, Francia, Bulgaria) e il pezzo da novanta Winter Brothers [+] di Hlynur Pálmason (Danimarca/Irlanda). Gli altri film che parteciperanno alla competizione sono Beast [+] di Michael Pearce (Regno Unito), Closeness [+] di Kantemir Balagov (Russia), Life Guidance [+] di Ruth Mader (Austria), Lucky di John Carroll Lynch (Stati Uniti), No Date, No Signature di Vahid Jalilvand (Iran), Ravens [+] di Jens Assur (Svezia), The Dragon's Defense di Natalia Santa (Colombia), The Garden [+] di Sonja Maria Kröner (Germania), The Ox di Yorgos Nikopoulos (Grecia), The Surface of Things di Nancy Biniadaki (Germania/Grecia) e Those Long Haired Nights di Gerardo Calagui (Filippine).

Inoltre, anche molti film fuori concorso verrano presentati al pubblico greco: Columbus di Kogonada (Stati Uniti), Daybreak [+] di Gentian Koçi (Albania/Grecia), Do It Yourself di Dimitris Tsilifonis (Grecia), Life and Nothing More [+] di Antonio Méndez Esparza (Spagna), Disappearance di Ali Asgari (Iran), The Cakemaker [+] di Ofir Raul Graizer (Germania/Israele) e Thorn di Gabriel Tzafka (Danimarca/Grecia).

Come in ogni edizione, il cinema greco è sotto i riflettori dell’evento più importante del Paese. In totale, verrano proiettati 33 film greci durante la 58a edizione e 15 di essi prenderanno parte alla sezione “First Run”, candidandosi quindi ai sei premi messi in palio dal festival. Ci saranno film di debuttanti e di registi affermati come: 4 Days di Michalis Giagkounidis (Grecia), Approach di Τony Lykouressis (Grecia), Back Held Hands di Nikos Kornilios (Grecia), Blue Queen di Alex Sipsidis (Grecia), Happy Birthday di Christos Georgiou (Grecia/Germania), Love Me Not [+] di Alexandros Avranas (Grecia/Francia/Cipro), People di Pavlos Iordanopoulos (Grecia), Polyxeni di Dora Masklavanou (Grecia), Rosemarie [+] di Adonis Florides (Cipro), Sacrilege di Marsa Makri (Grecia), Timeless Stories di Vassilis Raisis (Grecia), To R del Filmmakers Group Stin R (Grecia), Too Much Info Clouding over My Head di Vassilis Christofilakis (Grecia), Ussak di Kyriakos Katzourakis (Grecia) e Women Who Passed My Way di Stavros Tsiolis (Grecia). Ci sarà anche il documentario coprodotto a livello internazionale Dolphin Man di Lefteris Charitos, il quale godrà di una proiezione speciale data la sua matrice greca.

Infine, questa edizione darà il via alla prima Virtual Reality Competition in Grecia e nei Balcani, con dieci film in realtà virtuale che verranno proiettati nel centro della città. Il vincitore riceverà un premio patrocinato dal Film Center Serbia. Clicca qui per vedere i film selezionati per la VR Competition.

Inoltre, bisogna sottolineare che, oltre ai registi in gara, saranno ospiti anche Alexander Payne e Jean Marc Barr mentre a Efthimis Filippou (The Lobster [+], The Killing of a Sacred Deer [+]), sceneggiatore greco, verrà data carta bianca nella scelta dei suoi dieci film preferiti da mostrare.

di Vassilis Economou

(Tradotto dall'inglese da Michael Traman)


Δεν υπάρχουν σχόλια:

Δημοσίευση σχολίου